Your Questions Answered

Soluzioni intelligenti per l’IVA

VAT reclamation is a complicated and time intensive process that requires expertise in country-specific legislation and relationships with local tax authorities. Our Frequently Asked Questions section is designed to give you a high-level overview of VAT and how the recovery process works. If you have any additional questions not answered below please click here to communicate with a VAT professional LIVE via instant messenger (no software needed) or email.

Che cos'è l'IVA?

L'Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) è un'imposta indiretta applicata sulla fornitura di beni e servizi che può aggiungere un importo compreso tra il 5-25% alle spese aziendali sostenute all’estero dalla vostra organizzazione. È riscossa in ogni fase del ciclo economico, riportata nel dettaglio tra le voci presenti in fattura e pagata al governo in ogni paese tramite il costo definitivo del bene o del servizio a carico del consumatore finale. L'IVA è stata istituita per favorire il commercio transfrontaliero da un paese ad un altro ed è stata progettata per essere una voce neutra per le aziende qualora facciano lo sforzo di procedere al recupero dell'IVA all’estero.

Le aliquote IVA applicabili variano da paese a paese e l'imposta è riconosciuta con nomi differenti, tra cui IVA (Italia), GST (Canada, Australia), MWST (Germania, Austria), TVA (Francia, Belgio) e MOMS (Scandinavia).

Perché le aziende possono recuperare l'IVA?

Al fine di promuovere il commercio internazionale, l'Unione europea ha introdotto nel 1980 una legislazione per consentire alle aziende di recuperare l'IVA pagata sulle spese sostenute durante lo svolgimento di attività commerciali all’interno degli Stati membri. L'IVA è rimborsata all'interno dell'UE ai sensi della direttiva UE in materia di rimborso IVA, che consente alle aziende europee di recuperare l’IVA da qualsiasi Stato membro, e ai sensi della direttiva n. 13th, che consente alle aziende residenti al di fuori del blocco dei 27 Stati membri di presentare le richieste di rimborso. È possibile ottenere un rimborso dell’IVA/delle tasse sui consumi anche da una serie di importanti territori extra UE, tra cui Australia, Stati Uniti, Giappone, Canada e Corea del Sud da parte di operatori commerciali non residenti attraverso specifiche procedure di rimborso.

Qual è l’importo di IVA per cui posso richiedere un rimborso?

Generalmente le aziende possono richiedere il rimborso del 100% dell'IVA pagata sulle spese ammissibili, salvo che soddisfino i criteri nominali. L'aliquota IVA applicabile varia da paese a paese, così come l'elenco delle voci di spesa ammissibili sostenute da parte delle aziende. In alcuni casi, però, è consentito solo un recupero parziale della somma pagata. Tra queste voci di spesa parzialmente recuperabili troviamo le spese inerenti al noleggio di vetture, vitto, alloggio e le attività di rappresentanza. Ad esempio, in Belgio è rimborsato il 50% dell'IVA pagata sulle spese concernenti le autovetture, mentre in Danimarca le aziende possono chiedere il rimborso di soltanto il 25% dell'IVA che ha gravato sui propri costi di vitto e alloggio.

Quali sono i criteri per presentare una richiesta di rimborso?

Ogni paese ha regole precise circa i requisiti necessari per essere qualificati ad ottenere un rimborso IVA. Sebbene i criteri varino da paese a paese, gli esperti fiscali di Taxback International hanno identificato delle condizioni comuni che molti paesi richiedono alle aziende al fine di poter beneficiare di restituzioni dell’IVA estera. Per maggiori informazioni, visitate la nostra sezione Criteri per presentare la richiesta di rimborso.

Quali informazioni devono essere presenti sulle fatture?

Tutte le fatture presentate a supporto della richiesta di rimborso IVA devono essere originali e devono includere le seguenti informazioni:

  • Data di emissione;
  • Numero di fattura;
  • Numero di partita IVA del fornitore;
  • Nome e indirizzo completi del fornitore;
  • Nome e indirizzo completi del cliente;
  • Prezzo unitario e descrizione dei beni ceduti o dei servizi prestati;
  • Data della fornitura e di pagamento (se diversa dalla data di fornitura);
  • Aliquota IVA applicata;
  • Importo IVA da pagare.

Mi restituirete le mie ricevute originali?

Sì, ove sia richiesta la copia originale delle ricevute, questa sarà restituita una volta terminato il vostro processo di rimborso IVA.

Di quali documenti ho bisogno?

Taxback International può gestire il processo di recupero per conto dell’organizzazione una volta che ci avrà fornito la seguente documentazione:

  • Copie delle fatture a supporto della vostra richiesta di rimborso IVA,
  • autorizzazione mediante Atto di Procura in favore di Taxback International al fine di poter organizzare il rimborso IVA presso le autorità fiscali estere per conto vostro,

 

*Se la vostra azienda ha sede al di fuori dell'UE sono necessari i seguenti documenti aggiuntivi:

  • Certificato delle condizioni di imponibilità a dimostrazione che la vostra organizzazione è un contribuente registrato nel proprio paese di residenza
  • Gli originali delle fatture. Questi saranno restituiti dopo l'elaborazione della vostra richiesta di rimborso.

Quali paesi offrono i rimborsi IVA?

Attualmente prevedono il rimborso dell'IVA un totale di 42 paesi tra i 27 Stati membri dell'UE. L'elenco comprende: Australia, Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Isole Canarie, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Olanda, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Giappone, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Malta, Principato di Monaco, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Corea del Sud, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Regno Unito. 

Per quali tipi di spese posso richiedere un rimborso?

Taxback International è in grado di offrire i rimborsi IVA da 42 paesi in tutto il mondo su una ampia varietà di voci di spesa inerenti a Viaggi e Attività di Rappresentanza (V&R), tra cui:

  • Fiere e convegni fuori sede;
  • Pasti, soggiorni di lavoro e attività di rappresentanza
  • Viaggi e trasporti
  • Pubblicità e attività promozionali;
  • Servizi professionali;
  • E molte altre spese aggiuntive.

Quanto tempo ci vuole per ricevere un rimborso?

 In conformità con la normativa IVA vigente, la vostra organizzazione deve essere rimborsata entro 4 mesi dalla presentazione della domanda. I tempi di elaborazione effettivi possono tuttavia variare da paese a paese. La "Politica per una richiesta di rimborso chiara" di Taxback International prevede la possibilità di presentare esclusivamente le richieste di rimborso che siano state attentamente verificate per la precisione e l'accuratezza dei dati al fine di risparmiare sui tempi fiscali ufficiali e garantire la continuità delle forti relazioni con gli uffici fiscali esteri, consentendo di conseguenza tempi di rimborso più rapidi per la vostra organizzazione. 

Secondo il luogo in cui sono state sostenute le spese, è possibile ricevere il rimborso IVA in appena quattro settimane.

Esiste un termine per presentare le domande?

 Sì. Nella maggior parte dei paesi la vostra azienda deve presentare la richiesta di rimborso IVA dal 30 settembre dell'anno successivo alla data in cui le spese soggette ad IVA sono state sostenute. Cliccate qui per una panoramica dei tempi di rimborso.

Quante volte la mia azienda può recuperare l'IVA?

La frequenza con cui la vostra organizzazione può presentare una richiesta rimborso IVA varia a seconda dei singoli paesi e delle autorità fiscali. In genere, per ogni paese in cui è stata addebitata l'IVA e quest’ultima è rimborsabile, le aziende hanno diritto a presentare fino a quattro domande di rimborso dell’IVA all'anno.

Quanto costa il servizio di Taxback International?

Le Soluzioni di Recupero IVA di Taxback International sono progettate per soddisfare le esigenze specifiche delle aziende di ogni dimensione, offrendo opzioni di prezzo leader del mercato pensate su misura per le vostre esigenze. Vi forniremo un preventivo in base alle esigenze specifiche della vostra organizzazione.

Come sarebbe pagato il rimborso alla mia azienda?

Nella maggior parte dei paesi siamo in grado di fornire il rimborso nella valuta locale o tramite assegno o bonifico bancario

Se la mia azienda ha sede in un paese dell'UE, posso richiedere il rimborso IVA da un altro paese dell'UE?

Sì. Le aziende dell'UE possono ottenere anche la restituzione dell’IVA. La vostra azienda può richiedere il rimborso IVA da qualsiasi paese dell'UE fino a quando la vostra attività non è registrata in quel paese.

Esiste una soglia minima per le richieste di rimborso?

Taxback International non applica una soglia minima di richiesta di rimborso, tuttavia, molti paesi lo fanno. Nella maggior parte dei paesi dell'UE il requisito minimo per la presentazione di una richiesta di rimborso annuale è di 50 € e per una richiesta trimestrale è di 400 €. Non c'è alcun importo massimo che possa essere richiesto.

Quali sono i vantaggi nel servirsi di Taxback International?

Più di 10.000 clienti provenienti da 120 paesi scelgono Taxback International per il suo approccio esclusivo e innovativo alla richiesta di rimborso IVA. Visitate la nostra sezione Vantaggi di Taxback International per scoprire perché siamo i leader mondiali in materia di rimborsi IVA.

Quando è necessario che la mia azienda sia registrata in un altro paese?

La vostra azienda è ammissibile o soggetta all’apertura della partita IVA in un paese UE se state effettuando operazioni imponibili in quel paese e se l'obbligo di versare l'IVA non viene spostato sul cliente. L'obbligo di apertura della partita IVA dipende da una serie di fattori, come il tipo di servizio prestato, la destinazione della merce, lo stato del vostro cliente, ecc.

Posso avere indietro l'IVA da parte di imprese registrate o che devono essere registrate nel paese in cui hanno sostenute le spese?

Sì. È ancora possibile ottenere l'IVA indietro segnalando l'IVA sugli acquisti nella vostra dichiarazione IVA in quel paese. Ciò può comportare sia un pagamento in eccesso di cui è possibile richiedere il rimborso sia un credito IVA che può essere compensato con i debiti IVA.

Quali sono i vantaggi derivanti dalla mia registrazione alla partita IVA?

La partita IVA è un obbligo legale che viene imposto alle aziende che intendono svolgere operazioni imponibili in una particolare giurisdizione, soggette a determinate condizioni. Quando la vostra azienda sceglie Taxback International per farsi assistere nella registrazione e successiva presentazione e adempimento degli obblighi di comunicazione, significa che la vostra attività è conforme ai requisiti IVA in quella giurisdizione. Le aziende che sono ammissibili o soggette all’apertura della partita IVA in un determinato paese non hanno diritto a richiedere il rimborso dell'IVA diretto da quel paese. Tuttavia, una volta che la vostra azienda è diventata conforme ai requisiti IVA mediante l’apertura della partita IVA, anch’essa avrà diritto di richiedere il rimborso dell'IVA sugli acquisti che altrimenti non sarebbe in grado di recuperare.

Quali sono le conseguenze dell'apertura della partita IVA?

Le aziende che hanno una serie di obblighi nel territorio di competenza in cui sono registrati con partita IVA, come l'emissione di fatture conformi ai requisiti IVA, la tenuta corretta dei libri contabili, la presentazione delle dichiarazioni IVA e di altre dichiarazioni fiscali. Avvalendosi di Taxback International per assistervi nell'esecuzione di tali attività sarete certi che la vostra azienda sarà conforme ai requisiti IVA in ogni momento.

Taxback International può aiutare la mia azienda qualora fossi registrato alla partita IVA?

Il rimborso dell'IVA internazionale può essere complesso, lungo e impegnativo. [Company_name] dispone di un team internazionale di specialisti fiscali che vi garantirà la gestione delle vostre questioni inerenti all'IVA in modo complete, efficiente, conveniente e conforme alle legislazioni internazionali.

  • Siamo in grado di massimizzare i vostri rimborsi IVA mediante l'esame delle vostre spese nazionali inerenti a V&R per un certo numero di anni (Recupero IVA nazionale);
  • Siamo in grado di garantire che il vostro sistema IVA interno attualmente utilizzato copra tutti gli aspetti necessari per la realizzazione di una revisione della conformità ai requisiti IVA, una revisione delle spese IVA o una revisione dei codici delle voci di spesa soggette a IVA;
  • Siamo in grado di formare il vostro personale sui vari temi inerenti all'IVA;
  • Siamo il vostro consulente di fiducia ad-hoc in materia di IVA.

How long does it take to receive a VAT Refund estimate?

Depending on the submitted documents, it usually takes up to 3 business days for our VAT specialist to contact you with a VAT refund estimate.

What information must be on the invoices?

All invoices submitted to support your VAT refund claim need to include the following information:

  • Date of issue;
  • Invoice number;
  • Supplier’s VAT number;
  • Supplier’s full name and address;
  • Customer’s full name and address;
  • Unit price and description of the goods supplied or services rendered;
  • The date of the supply and payment (if different from the date of supply),
  • VAT rate applied,
  • VAT amount payable.

What type of expenses can I receive VAT refund estimate for?

Taxback.com can secure foreign VAT refunds from 41 countries on a range of Travel and Entertainment (T&E) expenses including:

  • Trade fair and conference costs;
  • Meals, accommodation and business entertainment
  • Travel and transport costs
  • Advertising and promotional costs;
  • Professional services;
  • And many additional expenses.

PREVENTIVO GRATUITO

IDA Business & Technology Park,
Ring Road, Kilkenny,
Ireland

T: +353 1-887-1999
F: +353 1-670-6963
E: info@taxbackinternational.com